E’ iniziata a mezzanotte l’operazione italiana che mira a salvare vite umane, ( come sempre), e nel contempo a mettere ordine agli sbarchi di migranti in terra italiana.

“Missione impossibile” certamente, visto come vanno le cose nei paesi europei.

Quando si tratta di emigrazione clandestina,ognuno fa per sè, e chi confina con l’Africa si arrangi come può ( l’arte di arrangiarsi italiana o italiota è molto apprezzata quando si tratta di non scucire soldi per la questione immigrazione).

Gli scafisti,a cui prodi ragazzotti tedeschi con spirito decisamente umanitario, consentono il trasbordo sulla loro nave, di lavoro non mancheranno per parecchi anni

I tedeschi, belle anime kantiane in un mondo di squali mediterranei,rivendicano che loro salvano solo vite umane.

Ma questo lo sappiamo tutti.

Solo che, ad esempio, per dare lavoro non puoi fare accordi con la mafia del lavoro nero, non puoi chiudere gli occhi su chi sfrutta la disperata tragedia degli africani.

Il caso Juventa, che butta un’ombra sulle Ong, non è giudicabile da un punto di vista politico, mentre se tutto fa brodo, meglio che i tedeschi salvino vite umane, che solo banche e negazionismo.

Così, continuando con la demagogia da ombrellone agostano, con i soldi di Neimar, quante Ong potresti organizzare?

Generalizzare è una logica ignorante e perversa si sa, anche il paese del sole e della pizza, in questi giorni è un Inferno di caldo e di pizze surgelate…ogni mondo è paese.

Così dire che le Ong in generale fanno il gioco dei trafficanti è una lurida calunnia.

Anche pensare che la buona volontà delle anime belle possa salvare il mondo è ingenuo e mette in imbarazzo chi cerca accordi internazionali che resistano almeno il tempo di fare qualcosa per chi, prima depredato, poi sfruttato fugge dalla miseria e dalla guerra ( che poi sono la stessa cosa).

Gli scafati, i furbi, quelli che la sanno lunga dai salotti con aria condizionata, fanno come sempre i Ponzio Pilato.

Sempre per stare nella galleria degli orrori il bombardamento della Libia che fece saltare Gheddafi voluto dalla Francia, con la benedizione dell’Onu e dell’America di Obama, viene rimpallato da Berlusconi e Salvini a Napolitano e viceversa.

Anche qui una breve riflessione.

Gheddafi i “neri”  sub-sahariani li trattava come schiavi e non li faceva partire perchè morivano già a casa loro.

Aver infierito su un dittatore scafato come Gheddafi, ma non amato dalla popolazione ( se no perchè sarebbe scoppiata la guerra civile?) è cosa gravissima.

Con la guerra in Libia, infatti, gli sbarchi in terre occidentali sono diventati problemi quotidiani per gli italiani, ma anche per gli austriaci, gli spagnoli, i greci, gli svizzeri, i lussemburghesi e gli abitanti di S.Marino

Impariamo a convivere con la diversità dei migranti, diamoci regole e pretendiamo doveri, facendo noi, in fondo, il nostro.

Pax et bonum, non è lo scafato  pacifismo della neutralità, ma è la costruzione di rapporti di forza che consentano la pace.

 

Annunci